giovedì 3 aprile 2008

Riflessioni pre-viaggio!

Ciao a tutti!

Oggi spulciando su internet (si vede che sono al lavoro!!!;-), mi è capitato di imbattermi su un pensiero scritto da Pablo Neruda, che di sicuro sarà stato usato nei miliardi di blog di ragazzi come me che scelgono di partire smollando tutto e tutti (momentaneamente, non fraintendetemi!).
Il mio blog, come già detto + volte, è scritto soprattuto con l'intento di far passare un momento di allegria con le cazzate che scriverò, ma ogni tanto una pausa riflessiva, credo, non possa che fare bene...
State tranquilli: non sono e non sarò mai peso come Vito (:-D.
Questo post è dedicato sopratutto a quanti in questi giorni e in passato , cercavano in me un qualke motivo "sensato" su questa mia decisione...Molti mi comprendevano, altri invece pensano ancora adesso che un'esperienza di questo tipo sia una cosa straordinariamente folle, e cercano dentro di me delle risposte, dei motivi logici che potessero aiutare a fargli comprendere, se non del tutto, almeno le motivazioni di fondo o l'utilità insita in un'esperienza di questo tipo..
Ecco il pensiero del poeta cileno, che spero possa farvi capire cosa spinge una persona normalissima come me, a fare una cosa di questo tipo (ovviamente da aggiungere agli obiettivi che mi sono prefissato di raggiungere nel mio primo post!;-)

"Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia marcia, chi non rischia e chi non cambia il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.Muore lentamente chi evita una passione , chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle " i ", piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore ed ai sentimenti.Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno , chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire dai consigli sensati.Lentamente muore chi non viaggia , chi non legge , chi non ascolta musica ,chi non trova grazia in se stesso.Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio ,chi non si lascia aiutare.Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce , chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.Evitiamo la morte a piccole dosi , ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare."

Pablo Neruda

10 commenti:

no censura! ha detto...

ma il post nn doveva essere x me?
invece no...mister egocentrismo...anke questo è x te!
ps. hai rotto le palle!nn puoi censurare i miei post se ripetono le cazzate ke dici tu!ecchccazzo!

Stewie666 ha detto...

parole sante, benzo.
pienamente d'accordo con quello che stai per fare.

Bent! ha detto...

Posso essere libero di fare ciò che voglio nel mio blog???E' l'unica libertà che mi è rimasta!!!(ma a quanto pare no!!!;-)

Dani ha detto...

Ultime notizie...La liberta' sui propri blog nn esiste..E dai retta a me...chiudilo...Sono sicuro che nn avrai la voglia di aggiornarlo!:-)

Luca ha detto...

sono proprio curioso di leggere cosa scriverai.. se scriverai.. poi ne riparliamo.. =D

Bent! ha detto...

Di sicuro non sarò lagnoso ai tuoi livelli!!!;-)

-Alice- ha detto...

A parte tutte le critiche ti dico che è un pensiero bellissimo, condivido con Neruda e con te! Grande Navigator!

P.S. ma lo sapevi che ...lo diceva Neruda che di giorno si suda, ma la notte no! ;-)!

Bent! ha detto...

E LA NOTTE ALLORA COSA SI FA????:-D

Luca ha detto...

mi fa piacere che ti fermi alla parole......

Bent! ha detto...

Che???:-)