giovedì 29 gennaio 2009

"Vacanze" Sydneiane!

Continuano gli aggiornamenti a raffica che mi sono proposto di fare in questa settimana per riallinearmi da un punto di vista temporale con quello che mi è successo ultimamente..
In questa puntata racconterò un po’ quello che mi è accaduto nel mese di dicembre che tra natale, capodanno e altri avvenimenti “movimentati” mi ha tenuto veramente occupato (piacevolmente) e lontano dal blog.
Come avete notato i tempi verbali sono ritornati “normali” visto che lo sto scrivendo a 2 mani proprio nel momento in cui lo state leggendo! (proprio nello stesso momento no, ma ci siamo capiti!=)

Dopo la partenza di Luca è stato il momento di un’altra partenza davvero importante per questa mia avventura australiana. Mi riferisco a Barbara che dopo aver trascorso ben 2 anni qui in terra australiana, avendo finito la scuola che ha frequentato , non gli è rimasto altro che fare armi e bagagli e ritornarsene nel suo villaggio disperso tra le montagne svizzere (lei è italiana a tutti gli effetti ma è figlia di emigranti e quindi vive lì!) non senza prima farsi un meritato viaggio tra Malesia, India e Quatar (mica cazzi!:-D)
D’obbligo è stato da parte nostra organizzare un bel pranzo domenicale il giorno prima della partenza


con tanto di torta


e striscione (su idea mia ma fatto da Chris, l’italo inglese che come definisco io risulta essere più “un’italiano con un ottimo inglese!”:-).
Ringrazio ancora tanto Barbara che con la sua solarità e il suo modo d’essere mi ha fatto sentire a mio agio in questa avventura sin dai primi giorni. Però questo ringraziamento è a nome di tutti quelli che sono passati in questo ostello e che l’hanno conosciuta perché sa far sentire a proprio agio chiunque sin dai primi momenti che la conosci.
Il Great Aussie Backpacker non sarà più lo stesso senza di lei!

Ultimo ringraziamento lo devo a Carletto,anche lui ritornato in Italia che prima di partire mi ha reso l’uomo più felice al mondo..
Vi starete chiedendo cosa abbia fatto di così tanto clamoroso..
Beh mi ha lasciato la sua moka, così finalmente ogni giorno dopo il pranzo posso avere finalmente il mio benedetto caffè..E’ da 8 mesi che ho aspettato questo momento perché come un cogl*** me l’ero scordata a casa!


Grazie Carletto..Ti voglio bene na cifra!:-D

Dovete sapere che non ho mai trascorso in 26 anni della mia vita le feste natalizie fuori dall’Italia, anzi fuori dal mio paesello..Anche se il resto dell’anno non trascorro molto tempo a casa con la mia famiglia, soprattutto negli ultimi anni, non sono mai mancato all’usanza di trascorrere le feste a casuccia davanti al focolare con 5-8 gradi fuori (quando non fa freddo!)
Quindi potete capire come, almeno nei primi istanti, mi faceva un po’ strano vedere gli addobbi natalizi in giro per strada a Sydney con 30 gradi e la gente in infradito, pantaloncini e t-shirts!


Comunque questa sensazione mi è passata subito visto che già non sento il natale come lo sentivo da bambino in Italia, figuriamoci se l’avessi sentito qui in questa situazione!

E neanche il Christmas party organizzato dai manager di Doughboy (la pizzeria dove sto lavorando n.d.r.) che per tradizione viene celebrato una settimana prima del natale, non mi ha fatto tastare quell’aria natalizia anche se questo non vuol dire che non mi sia divertito.
Infatti per tradizione tutto lo staff si ritrova in questo periodo nella tradizionale partita a bowling


(una specie di bocce all’italiana ma con le bocce che hanno un lato più pesante in modo tale che quando la lanci quest’ultima acquista l’effetto in quella direzione) dove l’ambito premio è l’incisione del proprio nome sulla targa che raccoglie tutti i vincitori delle passate edizioni.

Personalmente questo genere di cose mi piacciono un sacco perché sono momenti che puoi condividere con persone con cui hai solo rapporti lavorativi (anche se l’ambiente al lavoro è tutto tranne che formale).
E poi birra e bbq aggratise hanno reso il tutto assolutamente unico!:-D

Questo mio approccio natalizio non ha tuttavia fermato la mia voglia di organizzare qualcosa per la vigilia e per chi ha trascorso il periodo pre-natalizio con me, sapeva delle mie intenzioni di organizzare il maxi-cenone di natale al GAB!:-)
Roba da pazzi se si pensa di cucinare della roba un po’ più elaborata del normale con le stoviglie e soprattutto con quella cucina che altro non è che un angolo con un bbq e un lavandino.
Infatti la mia idea originaria era quella di fare una cosa ristretta, massimo una 15 di persone che secondo le mie previsioni era già una cosa ardua..
Peccato che visto che ormai conosco un po’ tutti nell’ostello non me la sentivo di non organizzare qualcosa in grande e che facesse partecipare se non tutte le persone che vi alloggiano almeno la stragrande maggioranza!
Le solite idee "malsane" del Bent ha portato il numero degli invitati a 45!

Questo è il flyer (volantino) che ho appeso per far sapere "dell'iniziativa"...

Quindi vedendo il numero delle persone aumentare ho dovuto leggermente stravolgere i mie piani.
Insieme agli altri ragazzi italiani abbiamo pensato al menù che si potesse fare in modo tale da rispettare le cose che di solito mangio a casa con la facilità della preparazione visto i mezzi di fortuna di cui disponevo.
Si è deciso alla fine di (ma alla fine ho “democraticamente” deciso io visto che ero l’unico a saper cucinare certe cose!:-D) di partire con 2 antipasti composti da bruschetta al pomodoro e insalata di mare e 3 primi che sono stati linguine allo scoglio, pasta al pesto fatto rigorosamente a mano da noi senza un mixer e risotto alla pescatora.
Per concludere torta al cioccolato e banane, cioccolato e fragole e torta alle mele fatte da Guillaume e 40 litri tra sangria e “ottimo” goon che per chi non lo sapesse è il vino più cheap che puoi trovare in Australia e infatti è venduto in cartoni come il Ronco, ma a differenza che quest’ultimo, paragonato al primo, sembra un brunello di montalcino!
Il goon è goon perché oltre al fatto che è venduto nel cartone sull’etichetta si può trovare la dicitura “si possono rilevare tracce di uova, pesce e latte al suo interno!”)
Quindi immaginatevi la prelibatezza!

La mattina del 24 io insieme a 3 ragazzi francesi di nome Alex, Thomas e Tarek che sono 3 pazzi scatenati (si lo so, ormai sto più tempo con i francesi che con gli Italiani ma vi posso assicurare che i francesi del sud non sono come i comuni e odiati francesi del nord!;-) che per via del loro uso abusivo dei servizi qui in ostello visto che non pagano l’affitto, sono stati allontanati dal ciccione (Peter n.d.r), siamo andati a prendere il pesce al fish market.
Alla fine secondo i calcoli fatti usando precissime formule “spannometriche”:-D me ne sono uscito con la bellezza di 19 kg di pesce e 320$ di spesa..
E meno male che 4 kg li ho presi ”in prestito” perché se no non stavo nel budget.
Poi dalle 11 del mattino abbiamo dato inizio alle danze..
Tra gente che puliva gamberoni, chi bolliva cozze, chi tagliava aglio, cipolla e pomodorini praticamente siamo stati tutto il giorno a cucinare, ma alla fine il risultato sia da un punto di vista culinario (è stato tutto buonissimo) sia dal livello dei complimenti ricevuti per l’organizzazione della serata ci ha ripagato dello sforzo profuso per la messa in opera della cosa.


The italian "truppa"!(con un paio di innesti extracomunitari!;-)



Il povero Mattia alle prese con il pesto (pestato con una bottiglia!:-D)


E alla fine non abbiamo neanche fatto il risotto perché la gente oltre ad essere già ubriaca era già sazia dopo il secondo primo..
Ovviamente potete immaginare il dopo cena tra musica, gente ubriaca e cagate varie!;-)


Quella è un dryer (asciugatrice!:-S)


Tarek sul soffitto del GAB per non farsi sgamare da Peter!:-D

Babbo Bent!:-P

Giorno dopo come da tradizione qui, non ho potuto mancare alla rigorosa giornata al mare a Bondi con tanto di cappellino e panettone!


In realtà era un mini panettone visto che mi ero scordato di andarlo a prendere al coles, ma ha fatto lo stesso la sua porca figura!;-)


Il vandei francesi

Il GAB quasi al completo

Alcune rappresentanze locali...

e non poteva mancare la tipica Australian babes addobbata a dovere e soprattutto marcia come un barbone (dalla foto non si vede ma era un pò ubriaca!;-)

Giornata che poteva essere rovinata dal fatto che sulle spiagge più frequentate d’Australia è vietato portare alcolici,


e visto che noi da buon rispettosi delle leggi avevamo portato 10 litri del solito goon, non potevamo permetterci di perdere tutto quel carburante.
E allora sono in quei momenti che la mia mente malata riesce a partorire delle idee che non so se definirle geniali o delle cagate all’ennesima potenza!
Per entrare sulla spiaggia si doveva passare da alcuni check-point dove gli steward erano addetti al controllo degli zaini.
Però visto che la distanza tra un ceck-point e l’altro era abbastanza consistente, facendo finta di ammirare l’oceano, ho buttato lo zaino con dentro il goon sulla spiaggia facendolo cadere dietro un cassonetto dell’immondizia presente sulla spiaggia in modo tale che non desse l’occhio.
Ovviamente un “compare” presente sulla spiaggia era l’incaricato del recupero dello stesso.
In questo modo abbiamo potuto godere di un fresco (solo per i primi 5 minuti) e ottimo (mai!) goon.
In realtà ne ho bevuto solo un bicchiere perché a me il goon fa cagare!:-D

Il mio zaino in versione "spillatore di Goon!":-D

Ma il tetto massimo di divertimento è stato raggiunto per il capodanno..
Vi dico solo che la gente era ubriaca già alle 6 dl pomeriggio e io per le 7 ero già ad un buon punto di cottura.
Per questo, saggiamente, ho ritenuto di fermarmi dal bere perché se no non avrei di sicuro visto i fuochi..


Qui sono con Rolando (il ragazzo incontrato a Dubai) che è venuto a passare le vacanze a Sydney..
Ancora una volta ci siamo incontrati in Australia..Amazing!


Il tasso si stava alzando vertiginosamente....


Le foto dei fuochi sono di un mio amico visto che io ho fatto il video ed essendo molto lungo risulta difficile da caricare.

Ci sentiamo prossimamente con l’ultima puntata di questi post "quotidiani"!;-)

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ma un po' di passerine le beccate mai??
tompiro

horsett ha detto...

Ciao! Visto la tua abilità ho fatto una bella pensata: al tuo rientro,io ti invito e tu ...cucini =D Non è uno scherzo ci sto pensando davvero! A presto Kisses
Approfitto del tuo blog per salutare Barbara che conosco solo attraverso te e Luca ma mi è simpatica e spero di avere occasione di conoscerla se mai verrà a fare un giro dalle nostre parti.

Germano ha detto...

ciao Bent...belle foto, complimenti...metti pure il video di capodanno, se ce la fai a caricarlo. Certo che deve essere strano il natale a 30 gradi con le infradito...ti posso chiedere un gran favore? solo una cartolina...quando hai tempo...se puoi farlo, poi ti do il mio indirizzo...

Bent! ha detto...

X Piro

Devi essere bravo a estraporale dal discorso..
E poi nn lamentarti che oggi ti ho dato un paio di australiane..
Ti prometto che nel prossimo post metto qualcosa di più spinto..
Si fa per dire!:-D

Horsett

Nessun problema..
Basta che abbia il "padellame" adatto e fornelli a gas (mi rifiuto di cucinare su piastre elettriche o similari!:-D)visto che l'ultima volta ho cucinato per 15 persone (ormai è abitudine!) e mi sono stufato di fare travasi a destra e a sinistra!:-S

X Germano

E' troppo lungo e nn mi basta una giornata!
Lasciami l'indirizzo!

Germano ha detto...

ciao bent, l'indirizzo è: cadamuro germano, via al Cristo, 3/a-38068-rovereto (tn). grazie mille della disponibilità...sei molto gentile.

Anonimo ha detto...

Ecco le foto che da tanto aspettavo!!!! quelle di te al mare con il cappellino di babbo natale e il panetton-cino!!!! wow!!
Ciao Africa!
Maria Rosa

Bent! ha detto...

T l'ho detto che le mettevo...;-)